AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità MappaMappa del sitoContattiContattiProgetto SISC

La fede alla roccia

 

q santuario madonna della rocciasantuario roccia

Luogo di preghiera avvolto nel silenzio, la "Roccia" di Belpasso accoglie ogni anno migliaia di pellegrini che si recano con fede dinnanzi a un costone di pietra lavica, che richiama approssimativamente la sagoma di un cuore. Sembra che qui la Madonna abbia voluto mostrarsi così, con assoluta semplicità: una roccia qualsiasi dispersa tra la sciara, lo scenario; un giovane catanese, Rosario Toscano, il veggente, annunciatore del messaggio di Maria.

daf

La storia trae origine nel 1986: è l'undici di Maggio, e Rosario Toscano si reca presso la "roccia". La Madonna gli aveva parlato, qualche giorno prima, mentre lui era a letto colpito da una grave malattia, dandogli appuntamento proprio lì. Giunge mezzogiorno, e Rosario afferma di vedere Maria: ha il viso di una giovane ventenne, con i capelli castani che traspaiono sotto un velo, gli occhi azzurri, e un lungo abito bianco. Questa apparizione si ripeterà altre volte, fino all'8 Dicembre; in seguito la Madonna si incontrerà col veggente, con regolarità, il primo giorno di ogni mese, fino al primo Maggio del 1988, data dell'ultima apparizione. La Regina della Pace - è questo il titolo con cui la Vergine si presenta a Rosario - durante ogni apparizione consegnerà un singolare "messaggio", dal contenuto ricco di esortazioni alla pace, all'unità, alla preghiera, e soprattutto alla conversione.

La notizia che a Belpasso accade "qualcosa di strano" si diffonde con una rapidità impressionante, e in poco tempo folle di fedeli in preghiera, ma anche di curiosi e diffidenti, invadono le sciare attorno alla roccia. Ogni primo giorno del mese è un continuo affluire di pellegrini che, da ogni parte della Sicilia, e spesso anche da più lontano, raggiungono il luogo delle presunte apparizioni: la Madonna c'è, sono in tanti a crederlo. La gente, tanta gente, prega, con la corona del Rosario stretta tra le mani giunte, mentre fissa il giovane Rosario che assorto in contemplazione dialoga con Maria.

Gli episodi delle apparizioni mariane possono avere un gran valore per chi li legge con gli occhi della fede. Col passare del tempo, le grandi masse di fedeli che popolavano i luoghi di Maria ai tempi delle apparizioni, si sono ridotte di gran misura per far posto alle numerose piccole testimonianze di chi ha ottenuto varie forme di grazie spirituali e addirittura di guarigioni, o di chi ha rivisto la propria esistenza decidendo di ripartire dalla fede.

Intorno alla "Roccia di Belpasso" si sono sviluppate iniziative per la diffusione del messaggio mariano a cura di un comitato di fedeli volontari che si sono prodigati per attrezzare i luoghi e renderli accoglienti per i pellegrini. Adesso la Roccia è diventato un Santuario mariano dell'Arcidiocesi di Catania.

Per informazioni è possibile consultare il sito della Roccia all'indirizzo http://www.rocciadibelpasso.it/