AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità MappaMappa del sitoContattiContattiProgetto SISC

L'art. 1 D.L. 9.02.2012 n. 5, convertito con modificazioni nella L. 4.04.2012 n.35 (cosidetta legge sulla semplificazione) ha previsto che le Amministrazioni Comunali individuino un funzionario cui il cittadino possa rivolgersi in caso di mancata o tardiva emanazione del provvedimento richiesto.

 

La Giunta Comunale, con  Delibera di Giunta n. --- del ----- "Individuazione del funzionario anti-ritardo" , nell'ambito delle figure apicali dell'Amministrazione, ha individuato il soggetto "cui è attribuito il potere sostitutivo nella conclusione del procedimento, in caso di mancata emanazione di un provvedimento amministrativo nei termini stabiliti per legge o per regolamento"...  vai alla delibera….

 

Il termine per concludere i procedimenti è di norma 30 (trenta) giorni, salvo che non sia diversamente stabilito dalla legge o dalla Giunta Comunale.

 

I richiedenti, decorso inutilmente il termine, possono rivolgersi al responsabile a cui è stato attribuito il potere sostitutivo perché, entro un termine pari alla metà di quello originariamente previsto, rilasci l’atto amministrativo richiesto attraverso le strutture competenti o con la nomina di un commissario ad acta.

 

Il responsabile a cui sono stati attribuiti i poteri sostitutivi è il Segretario Generale del Comune, Dott. Salvatore Marco Puglisi.

  

Coloro che intendono avvalersi di questa procedura devono inoltrare il  Modulo di richiesta  in formato cartaceo a:  

  - Città di Belpasso Piazza Municipio n. 9 – 95032 Belpasso (CT)

via email a:

  protocollo@pec.comune.belpasso.it