AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità MappaMappa del sitoContattiContattiProgetto SISC

AVERE UNA FAMIGLIA - Perdere un proprio caro

Denuncia di morte

  1. Trascrizione atto di morte avvenuta all'estero 
  2. Denuncia di morte

Richiesta di pietra sepolcrale

  1. Tumulazione salme o resti mortali


    TRASCRIZIONE ATTO DI MORTE AVVENUTA ALL'ESTERO
    Qualora non sia pervenuta al Comune dal Consolato competente la richiesta di trascrizione dell'atto di morte avvenuta all'estero, il parente più prossimo può richiedere la trascrizione dell'atto di morte, a condizione che il defunto fosse residente nel nostro Comune o iscritto all'AIRE, inoltrando domanda al Sindaco in carta libera, completa degli allegati.
    Documentazione
    1) Domanda al Sindaco in carta libera;
    2) atto, certificato o estratto dell'atto di morte in originale;
    3) traduzione giurata del documento di cui al punto 2), da effettuarsi presso la Pretura.

    DENUNCIA DI MORTE
    Se il decesso è avvenuto in abitazione o in casa di riposo:
    1) i familiari devono chiamare il medico curante per la verifica della causa del decesso.
    Nell'ipotesi in cui il decesso non sia avvenuto alla presenza dei familiari, questi devono darne informazione ai Carabinieri o alla Pubblica Sicurezza;
    2) i familiari, o un loro delegato, o, in mancanza, la persona informata del decesso, devono avvisare personalmente (o mediante un'Agenzia di Onoranze funebri) il medico necroscopo (Servizio Igiene Pubblica della Azienda Sanitaria), il quale procederà, dopo 15 ore dal decesso,
    all'accertamento di morte e compilerà un certificato da consegnare all'Ufficiale di Stato Civile entro 24 ore dal decesso.
    Se il decesso è avvenuto in pubblica via, la comunicazione ai Carabinieri o alla Pubblica Sicurezza viene data dall'impresa funebre, che entro 48 ore informa l'Ufficiale di Stato Civile, il quale denuncia alla Azienda Sanitaria ora e data del decesso.
    La constatazione di morte viene fatta dal medico necroscopo.
    Se il decesso è avvenuto in Ospedale, alla denuncia di morte e alle relative certificazioni provvederà l'Amministrazione Ospedaliera.
    Nel caso di morte violenta, è competente la Procura della Repubblica presso il Tribunale o presso la Pretura che rilascia il nulla osta al seppellimento.
    Il certificato necroscopico viene redatto dall'Istituto di Medicina Legale.
    Documentazione
    PER DECESSI AVVENUTI IN ABITAZIONE PRIVATA O IN CASA DI CURA:
    - Scheda ISTAT compilata dal medico curante attestante l'avvenuto decesso e la causa di morte.
    PER DECESSI AVVENUTI IN PUBBLICA VIA:
    - certificato di accertamento di morte compilato dal medico necroscopo.

    TUMULAZIONE SALME O RESTI MORTALI
    La tumulazione consiste nella sepoltura delle salme in loculi o tombe, costruiti con opere murarie.
    Il richiedente deve comunicare all'Ufficio l'orario di svolgimento del funerale.
    Nei cimiteri possono essere ricevuti:
    a) i cadaveri delle persone morte nel territorio del Comune, qualunque ne fosse in vita la residenza;
    b) i cadaveri delle persone morte fuori del Comune, ma aventi in esso, in vita, la residenza;
    c) i nati morti ed i prodotti del concepimento;
    d) i cadaveri delle persone morte fuori del territorio comunale, non residenti in vita nel Comune, ma domiciliate in una Parrocchia con giurisdizione nel Comune;
    e) i cadaveri delle persone delle quali siano sepolti nel cimitero comunale salme di parenti ed affini di primo grado, collaterali di secondo grado, nonché di persone che abbiano avuto con le stesse abituale convivenza;
    f) i cadaveri delle persone non domiciliate in vita nel Comune e morte fuori di esso, ma aventi diritto al seppellimento in una sepoltura privata esistente nel cimitero del Comune stesso;
    g) i resti mortali delle persone sopra elencate.
    Requisiti: 
    Essere titolare di una concessione in uso di loculo, cappellina o tomba di famiglia, secondo la procedura corrispondente.
    Documentazione
    1) Permesso di seppellimento rilasciato dall'Ufficiale di Stato Civile;
    2) autorizzazione al trasporto rilasciata dal Sindaco o suo delegato (A.S.L. competente);
    3) verbale di incassatura della salma redatto dall'Ufficiale di Polizia Mortuaria della A.S.L. competente.
    Tali documenti saranno ritirati dall'addetto dell'Ufficio Cimiteri alla consegna di ogni feretro e conservati presso l'Ufficio stesso.
    Costi:
    La tumulazione è soggetta al pagamento di un corrispettivo per la muratura loculi. Contattare l'ufficio per maggiori informazioni.

    Torna all'indice