AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità MappaMappa del sitoContattiContattiProgetto SISC

Autorizzazione in deroga ai limiti esposizione al rumore

 

Autorizzazioni e deroghe per i cantieri rumorosi

1. L'attivazione di macchine rumorose e l'esecuzione di lavori rumorosi nell'ambito dei cantieri edili o similari che rispettino i limiti e gli adempimenti indicati negli articoli precedenti della sezione 1 del titolo II del presente regolamento, non necessitano di autorizzazione particolare, a condizione che il cantiere non abbia una durata superiore a 15 giorni lavorativi (anche non consecutivi).


2. Se il responsabile di cantiere, per eccezionali e contingenti motivi documentabili, ritiene di superare i limiti acustici o gli orari o la durata precedentemente indicati dovrà far pervenire al dirigente competente specifica domanda di autorizzazione in deroga, redatta secondo il modello predisposto, almeno 15 giorni prima dell'inizio dei lavori. Il dirigente competente, valutate le motivazioni eccezionali e contingenti, rilascia l'autorizzazione in deroga, che potrà comunque imporre delle prescrizioni come la richiesta di redazione di una relazione di valutazione dell'impatto acustico descrittiva dell'attività, redatta da un tecnico competente in acustica. Copia dell'autorizzazione in deroga dovrà essere custodita in cantiere ed esibita su richiesta al personale incaricato delle verifiche.


3. L'ufficio comunale competente non garantisce il rilascio di autorizzazioni in deroga qualora le relative domande pervengano al di fuori del termine precedentemente indicato o risultino anche parzialmente incomplete o inesatte.


4. Nel caso in cui un cantiere operi in regime di deroga, la durata complessiva delle attività rumorose, i giorni e gli orari di lavoro autorizzati dovranno essere resi noti agli abitanti limitrofi al cantiere con avviso ben visibile da apporsi quantomeno all'ingresso del cantiere o dell'area sede dell'attività.


5. Nel caso di cantieri edili o similari (anche per manutenzione di aree verdi, canali e fossati) ove operino direttamente l'Amministrazione comunale e le società da essa controllate o le società/Imprese da queste formalmente incaricate vengono automaticamente concesse le autorizzazioni in deroga per il mancato rispetto dei limiti acustici, giorni, orari e durata delle attività rumorose. Resta fermo comunque l'obbligo di formare ed informare il personale operante circa le problematiche acustiche, anche con specifico riferimento alle aree circostanti la zona di cantiere e di adottare tutti gli accorgimenti tecnicamente disponibili per rendere meno rumorose le attività di cantiere e l'uso delle macchine e degli impianti, nonché l'obbligo di informazione di cui al comma 4, a meno di attività di manutenzione ordinaria programmata.


6. L'ufficio comunale competente, qualora vi siano segnalazioni e lamentele da parte dei cittadini, previa verifica, ha comunque la facoltà di revocare l'autorizzazione in deroga, di impartire eventuali prescrizioni e/o di proporre al sindaco, previo accertamento fonometrico, la limitazione o la sospensione dell'attivazione di macchine rumorose e l'esecuzione di lavori rumorosi, anche nei casi previsti al comma 5.