AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità MappaMappa del sitoContattiContattiProgetto SISC

Autorizzazione raccolta acque di rifiuto

 

SCARICO DI ACQUE DI RIFIUTO 
 
 

  Le acque di rifiuto scaricate in acque superficiali vengono generalmente distinte in liquami urbani e scarichi industriali. Il liquame urbano è l’acqua utilizzata per scopi domestici o per pubblici servizi. Si presenta in genere come liquido molto torbido, di colore tendente allo scuro (verde-nero). Un liquame urbano contiene sostanze organiche putrescibili presenti in soluzione o sospensione colloidale, solidi in sospensione nonché una microflora specifica con presenza di forme patogene e parassitarie.

I principali costituenti chimici sono carboidrati, proteine, amminoacidi, grassi animali e vegetali, urea e il suo prodotto di degradazione ammoniaca, saponi e detergenti.

Le acque di scarico industriale possono essere ulteriormente suddivise in acque di processo e acque di raffreddamento.

La portata e le caratteristiche delle acque di processo variano fortemente da industria a industria, e le variazioni possono essere notevoli anche nell’ambito di una stessa industria. Si possono avere variazioni giornaliere dovute per esempio a processi discontinui, variazioni settimanali, variazioni stagionali legate alla disponibilità di materia prima. Non è, quindi, possibile dare brevemente un elenco significativo di principali inquinanti per ciascun tipo di industria.

Le acque di raffreddamento comprendono le acque usate per la produzione di energia elettrica, quelle delle apparecchiature e delle torri di raffreddamento, le acque di condensa e di abbattimento di fumi e vapori ecc. Le diverse utilizzazioni danno origine alla serie di effluenti estremamente diversificati per qualità e quantità.