AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità MappaMappa del sitoContattiContattiProgetto SISC
Democrazia Partecipata
 

AVVISO PUBBLICO

Democrazia partecipata


Il SINDACO

in esecuzione la Regolamento Comunale approvato con Delibera di C.C. n. 43 del 28/07/2017, ritenuto dover attivare ogni forma di collaborazione sul territorio comunale per addivenire ad azioni di interesse comune in favore della collettività amministrativa

Rende noto

che gli aventi diritto, come individuati di seguito, possono presentare proposte/progetti per l’utilizzo delle risorse finanziaria di parte corrente pari ad € 13.321,86 corrispondente alla quota del 2%, trasferite dalla Regione siciliana, ai sensi dell’art. 6 comma 1 della L.R. 5/2014 e s.m.i.., con forme di democrazia partecipata per l’anno 2017 .
 
Possono presentare le proposte/progetto:
-I cittadini residenti nel territorio comunale che abbiano compiuto 16 anni di età;
-Le associazioni, le ditte, gli enti pubblici e privati ed in generale tutti gli organismi di rappresentazione collettiva che abbiano sede legale e/o operativa nel territorio comunale;
Non possono presentare proposte i soggetti di cui all’art. 2 del regolamento comunale.
 
Si invitano, pertanto, tutti i cittadini a presentare la propria proposta/progetto di intervento, utilizzando l’apposito modulo scaricabile sul sito dell’Ente www.comune.belpasso.ct.it, nelle aree tematiche individuate dall’art. 9 del suddetto regolamento allegando il documento di riconoscimento e eventuale progetto dettagliato.

-Politiche giovanili;
-Attività sociali, scolastiche, educative e culturale.
Le proposte/progetto, possono pervenire entro e non oltre il 10/11/2017 alle ore 13.30 mediante consegna a mano, presso l’Ufficio  Protocollo dell’Ente  Piazza Municipio o tramite posta elettronica all’indirizzo PEC: protocollo@pec.comune.belpasso.ct.it.
Le proposte pervenute fuori del termine non verranno prese in considerazione.
 
BELPASSO LI 23/10/2017                                                                             IL SINDACO
                                                                                                                       Carlo Caputo





allegati:


MODULO PROPOSTA DEMOCRAZIA PARTECIPATA ANNO 2017

modello .doc editabile

 


AVVISO PUBBLICO

S.I.A.

(SOSTEGNO PER L'INCLUSIONE ATTIVA -2017)
 
 
SI  INFORMA:
 
Che l'art. 1 comma 387 ( Legge di stabilità 33 del 2017) ha esteso la platea dei beneficiari inerente la misura attiva di contrasto alla povertà  S.I.A. (Sostegno per l'inclusione attiva)
Con il Decreto attuativo del Ministero del Lavoro e le Politiche Sociali 2017 sono stati definiti i nuovi criteri per l'erogazione di un sussidio economico a nuclei familiari in condizioni economiche di estremo disagio, nei quali siano presenti minorenni, figli disabili o donne in acclarato stato di gravidanza subordinato all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa.
Sono destinatari della misura di sostegno nei limiti delle risorse rese disponibili dalla Legge di stabilità i nuclei familiari in possesso dei seguenti requisiti:
Cittadinanza italiana o comunitaria o extracomunitario in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
Essere residente in Italia da almeno 2 anni;
Presenza di almeno un componente minorenne o figlio disabile ovvero di una donna in stato di gravidanza accertata (nel caso in cui sia l'unico requisito familiare posseduto, la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto e deve essere corredata da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica);
- ISEE inferiore o uguale a 3.000 euro;
Non beneficiare di altri trattamenti economici di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale per un importo medio calcolato su base annuale di 600 euro mensili e 900 euro in caso di presenza nel nucleo di una persona non autosufficiente, come definita nell'ISEE e risultante nella DSU;
Non beneficiare di strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati (non può accedere al SIA chi è già beneficiario della NASPI del’ASDI o altri strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati);
Che nessun componente il nucleo familiare possieda autoveicoli immatricolati la prima volta nei dodici mesi antecedenti la data di presentazione della richiesta o non possieda un· automobile di cilindrata superiore a 1300 c.c. o un motoveicolo di cilindrata superiore a 250 c.c. immatricolati negli ultimi 36 mesi dalla data di presentazione della richiesta, fatti salvi gli autoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone disabili ai sensi della disciplina vigente.
La valutazione del bisogno: da effettuarsi mediante una scale di valutazione ne multidimensionale che tiene conto dei carichi familiari, della situazione economica e della situazione lavorativa, in base alla quale il nucleo familiare richiedente deve ottenere un punteggio uguale o superiore a 25:
 
TERMINI DI PRESENTAZIONE ISTANZA:
L'istanza da formulare secondo specifico modello predisposto dall’INPS, dovrà pervenire, al Comune di residenza, e una volta effettuate le verifiche di rito, saranno inoltrate all'INPS entro i successivi 15 giorni lavorativi secondo l'ordine cronologico di protocollo.
L'INPS una volta effettuate le verifiche di competenza attribuirà i punteggi relativi alla condizione economica e i carichi familiari, alla condizione di disabilità e alla condizione lavorativa e, verificato il possesso di un punteggio non inferiore a 25, invierà, a sportello e nei limiti delle risorse stanziate per ciascuna Regione, le disposizioni per a concessione del beneficio che sarà erogato dalle Poste Italiane tramite la Carta Sia ( carta acquisti) per un importo mensile di € 80,00 per ciascun componente il nucleo familiare fino al massimo di € 400,00 (decurtato da ogni ulteriore beneficio percepito, assegno di maternità, tre figli, Carta acquisti ordinaria ecc.).
Si avverte che la concessione del beneficio mensile risulta condizionato dalla sottoscrizione e attuazione di un progetto personalizzato predisposto da una equipe multidisciplinare e inter istituzionale, volto alla realizzazione da parte della famiglia beneficiaria di interventi di cura dei  figli (scuola  salute etc.) e a partecipare  ad  interventi  mirati  alla  ricerca  attiva  di  un  lavoro ( tirocini, borse lavoro, formazione etc.).
DOCUMENTI  DA  ALLEGARE ALL'ISTANZA :
Indicatore Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.), in corso di validità  rilasciato da organismo abilitato ( CAF- INPS etc....). Se nel nucleo familiare è presente un minore di anni 18 sarà considerato l’ISEE per prestazioni rivolte a minorenni in assenza di minorenni sarà considerato l'ISEE ordinario e/o corrente.
Fotocopia del codice fiscale e documento di riconoscimento del soggetto che inoltra l'istanza;
documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica attestante lo stato di gravidanza e la data presunta del parto ( nel caso in cui tale condizione sia l'unico requisito familiare posseduto) .
I Controlli saranno gestiti dall'INPS e le dichiarazioni mendaci saranno punite penalmente e soggette a sanzioni.
Il modello e ulteriori informazioni possono essere richiesti agli uffici dei servizi sociali del Comune del Belpasso e/o scaricarlo presso il sito istituzionale dell'Ente www.comune.belpasso.ct.it
Belpasso, 16/05/2017

Il Resp.le del Settore Serv. Sociali
f.to Dott.ssa Elvira Salerno
IL SINDACO
AVVISO PUBBLICO
 

Per la presentazione di istanze per il sostegno rivolto ai soggetti affetti da Sclerosi Laterale Amiotrofica (S.L.A.)

 
 
SI INFORMA :

Che con D.A n. 2201 del 07.08.2017 sono riaperti i termini per la presentazione della richiesta di un sostegno economico volto al riconoscimento del lavoro del familiare - caregiver dei pazienti affetti da Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) e che comunque non percepiscono l'assegno di cura di cui alla legge regionale n. 4 del 1 marzo 2017 e s.m.i.

L'istanza per ottenere il sostegno economico deve essere presentata dal familiare convivente che si prende cura del malato.
DOCUMENTI DA ALLEGARE ALL'ISTANZA :
  1. Certificazione rilasciata dal medico curante che ne attesti la diagnosi;
  2. Certificazione dei Centri di riferimento Regionali che documenti la diagnosi e certifichi la stato della malattia;
  3. Autocertificazione dello stato di famiglia ;
  4. Copia del documento di riconoscimento e codice fiscale del richiedente e del familiare. TERMINI DI PRESENTAZIONE ISTANZA :
L' istanza da formulare secondo il modello da scaricare sul sito dei Comuni del Distretto ( Paterno' Belpasso e Ragalna) , o da ritirare presso gli uffici di Servizio Sociale, dovrà pervenire al protocollo comunale   entro il20 Settembre 2017.
Il contributo economico verrà concesso nei limiti delle risorse finanziarie complessivamente disponibili per tale finalità assegnate dalla Regione al Distretto.
 
Paterno' li, 22/08/2017
 
Il Coordinatore del Distretto ( Dott.ssa Concetta Conti)
ASSEGNO AI NUCLEI FAMILIARI CON ALMENO TRE FIGLI MINORI

ASSEGNO AI NUCLEI FAMILIARI  CON ALMENO  TRE FIGLI MINORI

 

L'Amministrazione Comunale

 
Visto l'art.65 della legge 23 dicembre  1998, n.448 e successive modifiche, recante: " Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo";

Visto  l'art.  16  del  D.M.  21 dicembre  2000,  n.452  e  successive  modificazioni,  recante:

"Regolamento recante disposizioni in materia di assegni di maternità e per il nucleo familiare";
 
RENDE NOTO
 
che sono disponibili presso l'ufficio servizi sociali del Comune, a decorrere dal 24 luglio 2017 i

modelli per la richiesta dei benefici previsti  dalla  legge 448/98 art.65 per l'anno 2017,

scaricabili anche dal sito istituzionale www.comune.belpasso.ct.it  ;
la domanda di concessione del!'assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli minori, deve essere presentata, presso l'Ufficio di protocollo del Comune piazza Municipio, per I1anno 2017, a pena di decadenza, entro e non oltre il 31 gennaio 2018 o per mezzo Pec all'indirizzo: protocollo@pec. comune.belpasso. ct.it
sono equiparati ai figli minori  adttati ai sensi dell'art.44 della legge 4 maggio 1983, n.184, e successive modificazioni, ed ai genitori sono equiparati gli adottanti;
ai sensi dell'art. 80, comma 5, della legge 23 dicembre 2000, n. 388, hanno diritto all'assegno i cittadini italiani o comunitari residenti;
il diritto all'assegno per il nucleo familiare decorre dal 1° gennaio dell'anno in cui si verificano le condizioni prescritte dall'articolo 65 della legge n. 448/1998, salvo che il requisito relativo alla composizione del nucleo familiare, concernente la presenza di almeno tre figli minori nella famiglia anagrafica del richiedente, si sia verificato successivamente; in tale ultimo caso, decorre dal primo giorno del mese in cui il requisito si è verificato ; il diritto cessa dal primo del mese successivo a quello in cui viene a mancare il requisito relativo alla composizione del nucleo familiare, ovvero dal 1° gennaio dell'anno nel quale viene a mancare, ai sensi del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109, e successive modificazioni, e dei relativi decreti attuativi, il requisito del valore dell'indicatore della situazione economica;
il valore dell'indicatore della situazione economica, per le domande relative  all 1anno  2017 è stato determinato, con riferimento a nuclei familiari composti da cinque componenti, in € 8.555,99;
il valore dell'indicatore della situazione economica riparametrato viene determinato in base alla scala di equivalenza di cui alla tabella 2 allegata al D.Lgs. 31marzo 1998, n. 109 e successive modificazioni, applicando la formula di cui all'allegato A al D.M.21 dicembre 2000, n.452.
 
Belpasso, li 21/07/2017                                                                               
IL SINDACO CARLO CAPUTO

 
 

Comune di Belpasso

CITTA METROPOLITANA DI CATANIA

 

AVVISO PUBBLICO

DISABILI GRAVISSIMI

Si informano i cittadini che sono aperti i termini per la presentazione delle istanze per l'accesso ai benefici per i disabili gravissimi di cui alla legge regionale n.4 del 1 marzo 2017 e al D.P. 532/2017 modificato con D.P. 545 del 10 maggio 2017, pubblicato il 11-maggio-2017.

  • I diretti interessati, o loro rappresentanti legali, dovranno presentare apposita istanza di accesso al beneficio, da inoltrare congiuntamente al Comune di Belpasso e all'Azienda Sanitaria Provinciale Territoriale entro e non oltre 30 giorni dalla data di pubblicazione del D.P. n. 545/2017.
  • I soggetti istanti, saranno valutati dalle Unità di Valutazione Multidimensionali delle Aziende Sanitarie Provinciali territorialmente competenti, le quali dovranno certificare la sussistenza delle condizioni di disabilità di cui all'art.3 del D.M. 26.09.2016 allegato al presente avviso.
  • Coloro che risulteranno idonei, potranno ricevere un trasferimento monetario diretto da utilizzare esclusivamente per i servizi di assistenza domiciliare.
  • Per accedere al beneficio, ciascun soggetto o suo rappresentante, dovrà sottoscrivere un patto di cura, redatto secondo lo schema allegato al precitato decreto presidenziale, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n 445/2000 in cui dichiarerà di utilizzare le risorse economiche esclusivamente per la cura della persona disabile.
  • I servizi sociali dei Comuni e le Aziende Sanitarie Provinciali territorialmente competenti, effettueranno periodicamente visite ispettive per verificare l'effettiva attuazione di quanto sottoscritto con il patto di cura. Nel caso in cui si dovessero rilevare inadempienze si provvederà alla sospensione del beneficio economico.
  • le Aziende Sanitarie Provinciali della Sicilia, i distretti Sociosanitari e i Comuni tutti dovranno pubblicare il presente avviso nei propri siti istituzionali e curarne la più ampia diffusione.

Si allega:

f.to Il Resp.le V Settore

Dott.ssa Elvira Salerno