MANIFESTAZIONE D’INTERESSE CHIOSCO SOMMINISTRAZIONE

Pubblicato il 13 gennaio 2022 • Avvisi , Lavoro

logo belpasso contorno

COMUNE DI BELPASSO

AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE D’INTERESSE RELATIVA ALL’ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI AREE PUBBLICHE DEL TERRITORIO COMUNALE DI BELPASSO PER LA REALIZZAZIONE E LA GESTIONE DI UN CHIOSCO DESTINATO ALL’ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE.

PREMESSO:

- Che il Comune di Belpasso, in esecuzione al Regolamento Comunale per l’installazione di chioschi su suolo pubblico, approvato con deliberazione di C.C. n. 55 del 29/11/2017 intende assegnare in concessione, le aree pubbliche sulle quali realizzare e gestire altrettante strutture precarie da adibire a chioschi con area di pertinenza ad uso accessorio e complementare per svolgere attività di somministrazione di alimenti e bevande.

- Che con il presente avviso non è indetta alcuna procedura di affidamento e, pertanto, non sono previste graduatorie, attribuzioni di punteggi o altre classificazioni di merito.

- Che il presente avviso è finalizzato esclusivamente a ricevere manifestazioni di interesse, con il solo scopo di comunicare la disponibilità dei candidati ad essere invitati a presentare offerte; non costituisce pertanto proposta contrattuale, non determina l’instaurazione di posizioni giuridiche od obblighi negoziali e non vincola in alcun modo l’Amministrazione che sarà libera di sospendere, modificare, annullare in tutto o in parte il procedimento avviato, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa.

- Che all'uopo comunica:

  1. STAZIONE APPALTANTE:

- COMUNE DI BELPASSO (P.IVA 80008430870) Piazza Municipio 9 -95032 Belpasso, che ha dato avvio alla procedura di affidamento in oggetto con determinazione dirigenziale del Responsabile del IV Settore - Servizio Patrimonio n. 45 del 31/12/2021.

  1. PROCEDURA DI GARA:

procedura negoziata, con assegnazione secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo. In esito alla ricezione di più manifestazioni di interesse si procederà, con riferimento a ogni singola area, all’invio della lettera di invito a presentare offerta. La concessione sarà assegnata a chi avrà presentato, l’offerta economicamente più vantaggiosa per l’Amministrazione, valutata da una commissione giudicatrice interna.

  1. NORME DI RIFERIMENTO:

Documenti di gara: Sono norme di riferimento della presente procedura:

L.n.443/85; D.Lgs n.114/98; L.R.n.18/95; L.R.n.2/96 ; L.R. n.28/99; L.n.287/91 e D.Lgs 228/2001; D.P.R. n.160/2010;

Alla presente procedura si applicano, per quanto compatibili, le disposizioni contenute nel Codice dei contratti pubblici (D.Lgs. n. 50/2016), relativamente ai principi generali, alle esclusioni, alle modalità e alle procedure di affidamento, nonché ai criteri di aggiudicazione. Costituiscono parte integrante e sostanziale del presente avviso di selezione i seguenti documenti:

- Elenco delle localizzazione aree pubbliche per l’installazione chioschi da destinare all’attività di vendita;

Costituisce, altresì, parte integrante e sostanziale del presente avviso pubblico il seguente facsimile predisposto per agevolare gli operatori economici nella presentazione della documentazione richiesta per la partecipazione alla selezione:

Modulo di presentazione candidatura (All. C).

  1. OGGETTO DELLA CONCESSIONE:

Oggetto del presente avviso pubblico è la concessione di aree pubbliche per la realizzazione e gestione di chioschi. La porzione di area da assegnare per la realizzazione del chiosco viene affidata in regime di concessione con completa assunzione del rischio di impresa da parte del concessionario. Ciascun lotto sarà aggiudicato ad operatori economici diversi. Non è consentito, in capo al medesimo soggetto, il rilascio di più autorizzazioni. Stante la prescrizione che i concessionari siano obbligatoriamente diversi in relazione a ciascun lotto in assegnazione, è previsto obbligo di scorrimento della graduatoria finale nel caso di un concorrente che, partecipando a più di un lotto, sia risultato vincitore in più di una graduatoria. All’atto della candidatura andrà, pertanto, indicata la preferenza per uno solo dei lotti in caso di vincita di entrambi.

  1. FINALITA’ DELLA CONCESSIONE:

    La concessione in parola tende a perseguire le seguenti finalità d’interesse pubblico:

riqualificazione e presidio delle aree suddette;

miglioramento della fruizione delle aeree su cui andranno realizzati i chioschi e nel contempo sviluppo della valenza turistico–produttiva del territorio.

  1. DURATA DELLA CONCESSIONE:

    La concessione, avrà durata di 10 (dieci) anni, decorrenti dalla data di rilascio del permesso di costruire. La concessione, alla scadenza dei dieci anni, decadrà di pieno diritto senza necessità di alcuna comunicazione, preavviso o messa in mora da parte dell’Amministrazione contraente. Tutti gli effetti attivi e passivi della concessione decorreranno dalla data di rilascio del permesso di costruire. Non configurandosi la concessione di area pubblica come affitto di beni immobili, al termine della concessione, a qualsiasi causa riconducibile, e della relativa gestione del chiosco, il concessionario non potrà rivendicare in alcun caso il diritto al pagamento di indennità o compensi di sorta per la perdita dell’avviamento commerciale. L’Amministrazione contraente si riserva di revocare la concessione qualora il concessionario si renda inadempiente in relazione agli obblighi assunti con il contratto ovvero nelle ipotesi di seguito riportate:

  • lamentati disservizi in relazione al mancato rispetto degli orari di apertura e chiusura del chiosco;

  • scarsa, cattiva od omessa manutenzione dell’area oggetto di concessione;

  • esercizio di attività di qualsivoglia genere in assenza delle prescritte autorizzazioni e/o illecite e/o illegali.

Il concessionario, al termine del rapporto contrattuale, dovrà rimuovere la struttura e ripristinare lo stato dei luoghi a propria cura e spese, lasciando libera l’area assegnata senza nulla poter vantare a titolo di risarcimento del danno patito in relazione a qualsivoglia indennizzo per le opere concretamente realizzate. Analogamente dovrà agire in caso di revoca della concessione. Qualora, alla scadenza della concessione, al di fuori dei casi di revoca sopra enunciati, non sia ancora stato individuato il nuovo assegnatario dell’area, l’Amministrazione potrà concordare con il concessionario uscente la prosecuzione dell’attività per il tempo necessario all’individuazione del nuovo assegnatario (cosiddetta “proroga tecnica”) e per un canone di concessione pari a quello in vigore al verificarsi della circostanza.

  1. CANONE DI CONCESSIONE

Per l’occupazione dell’area occorrente per il chiosco (superficie lorda) verrà richiesto un canone annuo, da corrispondere anticipatamente, stimato in funzione del canone unico comunale.

L’importo del canone annuo, soggetto a rialzo in sede di offerta economica, rappresenta il canone che il Concessionario dovrà corrispondere annualmente all’Amministrazione come corrispettivo per la concessione.

  1. ONERI A CARICO DEL CONCESSIONARIO

Il concessionario assume a suo completo ed esclusivo carico tutti gli oneri necessarie per la realizzazione del manufatto edilizio (Permesso di costruire, etc.).

I lavori dovranno essere terminati e l’attività dovrà essere avviata entro 180 giorni dalla data di rilascio del permesso di costruire.

  1. DIVIETI:

    Al concessionario è fatto divieto di:

a) cedere o sub concedere in tutto o in parte la concessione a terzi, anche in forma gratuita, nonché la costituzione di ogni diritto reale di godimento sull’area in concessione, salvo autorizzazione da parte dell’Amministrazione comunale;

b) utilizzare l’area concessa ed il chiosco per scopi e finalità diversi da quanto stabilito dalla concessione;

c) installare, nell’ambito della gestione dell’attività del chiosco, apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici da intrattenimento e gioco (videogiochi/slot machine di ogni tipo).

10. CARATTERISTICHE DEI CHIOSCHI

I chioschi, da realizzare completamente a cura e spese del/i concessionario/i, dovranno avere le dimensioni e le caratteristiche tipologiche indicate nel citato regolamento comunale.

11. ADEMPIMENTI E TEMPI DI REALIZZAZIONE DEL CHIOSCO

Entro tre mesi dalla sottoscrizione del contratto di concessione, il concessionario è obbligato a presentare la richiesta di permesso di costruire per la realizzazione del chiosco, in base all’offerta approvata in sede di gara, pena la decadenza della concessione. Il concessionario dell’area per l’installazione del chiosco dovrà dotarsi di tutti i necessari titoli abilitativi allo svolgimento delle funzioni commerciali e di tutti i titoli edilizi ed autorizzatori, nonché disporre di tutte le conformità realizzative ed impiantistiche previste dalla vigente normativa in materia. Qualora la struttura non risultasse idonea o non fosse in possesso dei requisiti prescritti dalla legge, i competenti Servizi comunali non saranno vincolati in alcun modo al rilascio delle relative autorizzazioni né di fatto potranno ritenersi corresponsabili di tali carenze qualora le stesse possano essere causa di problematiche connesse alla sicurezza ed alla incolumità dei fruitori dell’area pubblica su cui insiste il chiosco e della struttura medesima. La conduzione dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande dovrà sempre avvenire nel rispetto delle relative disposizioni di legge.

12. CESSAZIONE DEL CONTRATTO

In caso di cessazione del contratto, l’assegnatario dovrà lasciare libera l’area assegnata in concessione e ripristinare lo stato dei luoghi. A garanzia del completo ripristino dell’area il contraente dovrà costituire idonea fideiussione bancaria o assicurativa.

13. SOGGETTI AMMESSI ALLA SELEZIONE E REQUISITI MINIMI DI PARTECIPAZIONE

Sono ammessi a candidarsi per l’assegnazione delle aree in oggetto i soggetti, persone fisiche o giuridiche, costituite o da costituirsi (salvo l’obbligo di iscrizione presso la Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura C.C.I.A.A. prima dell’esercizio dell’attività), che siano in possesso dei seguenti requisiti di idoneità morale e professionale.

14. MODALITA’ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE

I soggetti interessati, in possesso dei requisiti minimi richiesti e sopra indicati, dovranno far pervenire le proprie candidature entro e non oltre le: ore 13:00 del giorno 14/02/2021 possibilmente tramite posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo@pec.comune.belpasso.ct.it, utilizzando l’allegato modello, debitamente compilato e sottoscritto dal legale rappresentante, del quale dovrà essere allegata fotocopia di idoneo documento di identità in corso di validità. In sede di invio della candidatura l’operatore economico dovrà chiaramente indicare nell’oggetto che trattasi di “AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE D’INTERESSE RELATIVA ALL’ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI AREE PUBBLICHE PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DI UN CHIOSCO DESTINATO ALL’ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE”.

La suddetta candidatura potrà, altresì, pervenire nel termine perentorio di cui sopra al Comune di Belpasso – Piazza Municipio,9 - Belpasso in plico sigillato recante l’oggetto sopra evidenziato, a mezzo servizio postale ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata o consegnata a mano al protocollo.

Le manifestazioni d’interesse pervenute oltre detto termine non saranno prese in considerazione. Il recapito della manifestazione d’interesse rimane ad esclusivo rischio del mittente, ove per qualsiasi motivo, non escluso il caso fortuito, la forza maggiore ed il fatto di terzi, non giunga a destinazione in tempo utile. Non verrà giustificata l'inosservanza del termine, anche se la stessa fosse determinata da disguidi postali. Ai fini del rispetto del suddetto termine faranno fede esclusivamente la data e l’ora d’arrivo apposte sul plico a cura dell’Ufficio Protocollo del Comune di Belpasso.

Alla documentazione trasmessa ai fini della candidatura in oggetto non dovrà essere allegata alcuna offerta né progettuale né tantomeno economica.

15. MODALITA’ DI SELEZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI A CUI INOLTRARE INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA

La Stazione Appaltante procederà ad invitare, con successiva comunicazione, tutti i soggetti che abbiano manifestato interesse nel termine di cui al presente avviso, in possesso dei requisiti richiesti. E’ fatta salva la facoltà della Stazione Appaltante di non dar seguito all’indizione della successiva gara per l’affidamento del servizio, ovvero di procedere anche in presenza di una sola manifestazione d’interesse. Si precisa che la presentazione della candidatura è finalizzata esclusivamente all’affidamento in oggetto e non genera alcun diritto o automatismo di partecipazione ad altre procedure di affidamento, sia di tipo negoziale sia pubblico, indette dal Comune di Belpasso.

16. CRITERIO DI ASSEGNAZIONE

La concessione sarà aggiudicata secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo.

17. VALUTAZIONE DEL PROGETTO OPERATIVO

ll punteggio dell’offerta tecnico-qualitativa sarà attribuito dalla Commissione giudicatrice sulla base dei criteri che saranno successivamente comunicati in fase di invito alla gara.

18. SUBAPPALTO, CESSIONE E MODIFICHE DEL CONTRATTO DI CONCESSIONE

L’Aggiudicatario di ciascun lotto, poiché tenuto all’esecuzione in proprio del contratto di concessione, non potrà disporne la cessione anche parziale, a pena di nullità. E’ vietata la sub-concessione.

19. GARANZIE E COPERTURE ASSICURATIVE

Il Concessionario di ciascun lotto dovrà costituire un deposito cauzionale, a garanzia dell'adempimento di tutte le obbligazioni previste dal contratto (ivi compreso il ripristino dell’area al termine della concessione) e del risarcimento dei danni derivanti dall'eventuale inadempimento delle obbligazioni stesse, pari a € 10.000,00 (euro diecimila/00). La mancata costituzione di detto deposito cauzionale determina la decadenza dell’assegnazione e lo scorrimento della relativa graduatoria. Il Concessionario risponderà direttamente ed interamente dei danni che in proprio o tramite i propri dipendenti potrà arrecare al Comune di Belpasso e/o a terzi.

20. CODICE DI COMPORTAMENTO

Il Concessionario di ciascun lotto è tenuto a recepire e a diffondere, ai soggetti che a qualsiasi titolo svolgono attività previste con riferimento alla concessione in oggetto, il Codice di comportamento dei dipendenti pubblici (D.P.R. n. 62/2013). Ogni violazione degli obblighi comportamentali in essi previsti comporterà, a seconda della fase procedimentale in essere al momento della violazione, la decadenza dall’aggiudicazione o la risoluzione del rapporto contrattuale.

21. CHIARIMENTI E INFORMAZIONI

É possibile ottenere chiarimenti sulla presente procedura mediante la proposizione di quesiti inviati mediante posta elettronica certificata al seguente indirizzo protocollo@pec.comune.belpasso.ct.it entro e non oltre il giorno 07/02/2021 alle ore 13:00. Non verranno evase richieste di chiarimento pervenute in modalità diversa da quella esplicitata.

22. RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

Il Responsabile del Procedimento, ai sensi dell’art. 31 del D.Lgs. n. 50/2016, è il dott. geom. Di Stefano Vincenzo.

23. TUTELA DELLA PRIVACY

Ai sensi del Regolamento UE/2016/679 (GDPR) si informa che il trattamento dei dati personali conferiti nell’ambito della presente procedura, o comunque raccolti dal Comune di Belpasso a tale scopo, è finalizzato unicamente all’espletamento della predetta procedura, nonché delle attività ad essa correlate e conseguenti. In relazione alle descritte finalità, il trattamento dei dati personali avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici, con logiche strettamente correlate alle finalità predette e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi.

24. DOMICILIO E FORO COMPETENTE

A tutti gli effetti dei contratti, giudiziali ed extragiudiziali, l’operatore economico aggiudicatario dovrà eleggere domicilio in Provincia di Catania. Per eventuali controversie il Foro competente è quello di Catania.

 

 

Bando e modello di domanda 

Allegato B